DA MANHATTAN A CEFALU’

 

 

L’identità, il viaggio, l’emigrazione, sono i temi che si intrecciano nell’opera “Da Manhattan a Cefalù” del musicista Santi Scarcella, di scena il 20 gennaio 2018 all’Auditorium Parco della Musica a Roma.

Nel progetto del compositore siciliano c’è tutta l’energia della sua isola, cuore pulsante del Mediterraneo.

C’è il ricordo di Nick La Rocca, nobile esponente di quel flusso migratorio che negli Stati Uniti gettò i primi semi del jazz. E c’è il tema della “disabilità del cuore”, che per l’artista è “Incapacità di riconoscere l’altro per ciò che è veramente”.

Con la sua musica che va dall’etnojazz al pop, passando per il tango e lo swing, Scarcella esplora mondi sul cui sfondo ci sono sempre Globalizzazione e Glocalizzazione a confronto, e il sassofonista Joe Lovano, ennesimo esempio della Sicilia americanizzata o dell’America sicilianizzata, ne è la figura-simbolo.

Un progetto maturo in cui il cantautore – già acclamato dalla critica per l’opera “CiuriCiuriJazz” – è capace di mixare lingua e musicalità etniche con arrangiamenti contemporanei.

Quello del 20 gennaio, all’Auditorium Parco della Musica, sarà un concerto spettacolo con Santi Scarcella al piano e alla voce; Cristiano Micalizzi alla batteria; Francesco Luzzio al basso elettrico; Gian Piero Lo Piccolo a sax e clarinetto; Nicola Costa alle chitarra elettriche; Arnaldo Vacca alle percussioni.

Come da tradizione jazzistica, sono previsti interventi di alto rilievo: da Giorgio Rosciglione (contrabbasso) a Giovanni Baglioni (chitarra acustica), da Max Dedo (trombone e voce) a Sergio Vitale (tromba) e Alessandra Cosimato (voce).
Nel suo percorso professionale Santi Scarcella ha collaborato con Steve Reich, Israel Varela, Giovanni Falzone, New Talent Jazz Orchestra, Andrea Mingardi, Giulio Mogol e Lucio Dalla. Ha realizzato lo spettacolo “Sacra in jazz” e tra le performance più prestigiose ha composto le musiche per la campagna istituzionale del Ministero degli esteri “Il cinema parla italiano” girato a Cinecittà e trasmesso dalle emittenti RAI dal 16 al 25 ottobre e successivamente in dotazione degli Istituti Italiani di Cultura all’estero.

Oltre alla partecipazione a numerosi festival e alle esibizioni in piano solo e orchestra al Palacultura di Messina, al Blue Note di Milano e il concerto all’Auditorium Antonianum in presenza del Presidente della Repubblica.

È spesso ospite di emittenti radiofoniche, da Radio 2, Radio 3 a Radio Vaticana.
Info: www.santiscarcella.it